Articolo

mercoledì 18 aprile 2012  

Tu sei qui: Home » Interventi in aula » Intervento in aula: Spese personale

Calendario
ottobre: 2017
L M M G V S D
« lug    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Intervento in aula: Spese personale

12.12.12

PUNTO N. 194 – SPESE RELATIVE AL PERSONALE E DELIBERAZIONE N. 469 DEL 22 NOVEMBRE 2011 DELLA CORTE DEI CONTI – SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA TOSCANA.-

IL CONSIGLIERE SIMIONATO PRENDE LA PAROLA E COSI’ INTERVIENE

Non voglio ripetere quello che è già stato detto da altri, specialmente da parte dell’opposizione, però ovviamente il mio pensiero a grandi linee coincide con quello che è stato detto dall’opposizione e devo dire anche che sono d’accordo con l’ordine del giorno presentato dall’Idv. Francamente mi dispiace che non si sia neanche potuto arrivare al voto.

A ogni modo, sono d’accordo con questo ordine del giorno, con la deliberazione della Corte dei Conti e chiedo quindi che si tenga conto sia di questa deliberazione sia del fatto che si provveda a non come si chiede nell’ordine del giorno, dove si dice di tenere in considerazione questa pronuncia della Corte dei Conti, di procedere con gli incarichi a tempo determinato fino alla naturale scadenza del mandato e sospendere le procedure concorsuali, quindi questo è quello che c’è nell’ordine del giorno.

Ma al di là di questi punti, non voglio guardare e fare paragoni con altre città come Lucca, come giustamente tra l’altro ha fatto anche il Bartolomei, guardiamo pure in casa nostra. È un dato di fatto che effettivamente qui abbiamo troppo personale, non sto a dire quale dovrebbe essere il numero giusto o meno, il Bartolomei dice che si spende troppo per il personale e è vero, ma io più che dire che si spende troppo, che è una verità, si spende male, perché francamente con quello che si spende per il personale, anche ammettendo che il numero possa essere giusto, effettivamente dovremmo avere dei servizi molto migliori rispetto a quelli che abbiamo, visto quello che si spende, perché io sono anche d’accordo a spendere purché si abbia un ritorno. È come il discorso delle tasse: uno le paga volentieri se ha dei servizi di ritorno, perché se uno paga e poi non trova l’efficienza, è chiaro che gli secca pagare.

Questo discorso l’ho affrontato già molto tempo fa, a cominciare proprio dal nostro Direttore Generale che vedo qui in sala, il Dott. Ferri. Circa 2 anni fa – non ricordo neanche più la data – avevo detto durante una commissione che secondo me i soldi che percepiva il Direttore Generale Dott. Ferri, che tra l’altro io non conoscevo, contro il quale assolutamente non ho niente, ma anzi è una persona degna di stima sicuramente, dicevo semplicemente che è una cifra esorbitante quello che percepiva il Direttore, non solo perché secondo me era una posizione non necessaria, un ruolo non necessario, semplicemente fiduciario del Sindaco, ma anche perché era una cifra esagerata per quello che secondo me… faccio fatica a tenere il filo. Dicevo dissi questa cosa anche perché avevo sentito voci, da parte del personale, dei dipendenti stessi del Comune, che si lamentavano di questa cosa.

Al che ovviamente qualcuno andò a riferire, o lui lesse il verbale, non lo so, non importa, comunque il Direttore Ferri mi scrisse una lettera dicendo che mi invitava a vedere tutto il lavoro che lui fa e svolge, a parte il fatto che mi diceva che mi ero espressa in modo volgare, ma al di là di questo che oltretutto ero stata semplicemente chiara nella mia denuncia, mi disse che mi invitava a vedere, al che gli risposi e sono andata a colloquio con il Direttore, il quale mi ha fatto vedere quello che a suo dire lui faceva.

Dopo il colloquio, tra l’altro gentilissimo, il Dott. Ferri è stato molto gentile, mi ha fatto vedere tutti quelli che erano i compiti che lui doveva assolvere, al che gli risposi che non ero soddisfatta perché lui mi aveva fatto vedere tutto quello che compete al Direttore Generale e gli dissi “scusi lei, è inutile che mi faccia vedere quello che dovrebbe fare, mi dica quello che fa!”, al che lui tirò fuori dei cataloghi, dei fogli, un mare di carta dove si vedeva le riunioni delle commissioni, però secondo me quelli erano tutti fogli che non dimostravano un bel niente, tant’è che lo ringraziai e gli dissi il resto delle mie idee e chiuso.

Ma questo è per dare un esempio di cosa? Di come, a cominciare dal Direttore Generale, qui gli stipendi, i soldi, le retribuzioni sono una cosa esagerata, perché non corrispondono a un effettivo ritorno del lavoro. Poi succede che viene fatta la riorganizzazione degli uffici, una cosa completamente campata in aria, senza nessun motivo, che è stata spiegata in modo nebuloso, è stata fatta una riorganizzazione spostando le persone a destra e a sinistra, sembrava che dovesse essere fatto chissà cosa, è stata complicata di gran lunga la faccenda, il personale è rimasto scontento, si sono fatti uffici e eliminati, con un sovraccarico per alcune persone e lasciando altre a fare quasi niente.

Non solo, poi si fa con grande giubilo la riunione, anzi si fa una conferenza stampa in televisione, tutti contenti, tutti felici perché si era fatto il discorso, che tra l’altro era stato promosso dal Betti, quello contro la parentela etc., tutti contenti, siamo finiti addirittura su Canale 5! Dopodiché io ho scritto, ho fatto un’interpellanza chiedendo “mi spiegate dov’è andata a finire tutta questa cosa?” e mi fu risposto che era stato fatto tutto, il che poi non era vero, perché alla fine della storia sono andata a riverificare e è stata spostata solamente una persona che evidentemente dava fastidio. E poi ho saputo che anche un’altra era stata spostata.

In pratica tutto questo rigirio perché lo dico? Di fatto a me non interessa niente, devo dire la verità, però dico che tutto il discorso del personale e dei lavoratori in questo Comune è gestito in modo poco chiaro, poco trasparente, assunzioni che non si capisce da dove arrivano, parenti, fidanzate, mogli, compagne o quello che è, è una cosa che non c’è assolutamente paragone rispetto ai posti dove purtroppo, anche lì, dappertutto succedono queste cose, ma ripeto io ho notato questo e lo denuncio, perché è una cosa vergognosa. È inutile poi venire a dire “si fanno i concorsi”, quando poi si sa che chi è arrivato primo diventa secondo, non si sa per cosa… magia! Qui abbiamo Silvan, si vede che riesce a lavorare e, nonostante su un risultato una persona sia seconda, arriva a essere prima. Comunque contenti loro, se non si lamentano, a me non interessa.

Voglio dire che qui il discorso… (intervento fuori microfono) sì, non ce l’ho qui sottomano, comunque sono disponibile a dirlo… (intervento fuori microfono) li ho, ora io sto facendo però un discorso generale, non è tanto che mi interessa questa cosa, parlo in generale, dicendo che questa faccenda è gestita in modo come minimo poco trasparente e questo è quello che io devo dire.

Quindi cerchiamo di rimetterci in riga, di mettere ordine nelle cose e di salvare il salvabile dove si può, perché effettivamente questo sistema è ora che finisca e oltretutto certe scelte sono state solo funzionali, scelte a carattere politico. Quindi ripeto è inutile andare a guardare i bandi e le cose, perché poi sulla carta tutto diventa regolare, però voi lo sapete meglio di me che la cosa è così e che funziona in questo modo, quindi io chiedo per favore che si provi a mettere ordine e fare un po’ di pulizia su queste cose.

Poi veniva detto dal Cons. Bartolomei, e chiudo, che chiedeva “dove sono gli altri candidati Bertinelli e Bartoli, cosa diranno di questa cosa?” e cosa volete che dicano? Qualsiasi cosa dicano, io non lo so cosa diranno, ma certamente non ha importanza, perché sono tutte persone omologate. Questa Città dà ascolto solo agli omologati, funziona in questo modo e quindi è inutile preoccuparsi di quello che dice tizio o caio.

Version:1.0 StartHTML:0000000189 EndHTML:0000014167 StartFragment:0000002992 EndFragment:0000014131 SourceURL:file://localhost/Users/daniela/Desktop/CC%20Ultimi%202011/CC12.12.11.doc

PUNTO N. 194 – SPESE RELATIVE AL PERSONALE E DELIBERAZIONE N. 469 DEL 22 NOVEMBRE 2011 DELLA CORTE DEI CONTI – SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA TOSCANA.-

IL CONSIGLIERE SIMIONATO PRENDE LA PAROLA E COSI’ INTERVIENE

Non voglio ripetere quello che è già stato detto da altri, specialmente da parte dell’opposizione, però ovviamente il mio pensiero a grandi linee coincide con quello che è stato detto dall’opposizione e devo dire anche che sono d’accordo con l’ordine del giorno presentato dall’Idv. Francamente mi dispiace che non si sia neanche potuto arrivare al voto.

A ogni modo, sono d’accordo con questo ordine del giorno, con la deliberazione della Corte dei Conti e chiedo quindi che si tenga conto sia di questa deliberazione sia del fatto che si provveda a non come si chiede nell’ordine del giorno, dove si dice di tenere in considerazione questa pronuncia della Corte dei Conti, di procedere con gli incarichi a tempo determinato fino alla naturale scadenza del mandato e sospendere le procedure concorsuali, quindi questo è quello che c’è nell’ordine del giorno.

Ma al di là di questi punti, non voglio guardare e fare paragoni con altre città come Lucca, come giustamente tra l’altro ha fatto anche il Bartolomei, guardiamo pure in casa nostra. È un dato di fatto che effettivamente qui abbiamo troppo personale, non sto a dire quale dovrebbe essere il numero giusto o meno, il Bartolomei dice che si spende troppo per il personale e è vero, ma io più che dire che si spende troppo, che è una verità, si spende male, perché francamente con quello che si spende per il personale, anche ammettendo che il numero possa essere giusto, effettivamente dovremmo avere dei servizi molto migliori rispetto a quelli che abbiamo, visto quello che si spende, perché io sono anche d’accordo a spendere purché si abbia un ritorno. È come il discorso delle tasse: uno le paga volentieri se ha dei servizi di ritorno, perché se uno paga e poi non trova l’efficienza, è chiaro che gli secca pagare.

Questo discorso l’ho affrontato già molto tempo fa, a cominciare proprio dal nostro Direttore Generale che vedo qui in sala, il Dott. Ferri. Circa 2 anni fa – non ricordo neanche più la data – avevo detto durante una commissione che secondo me i soldi che percepiva il Direttore Generale Dott. Ferri, che tra l’altro io non conoscevo, contro il quale assolutamente non ho niente, ma anzi è una persona degna di stima sicuramente, dicevo semplicemente che è una cifra esorbitante quello che percepiva il Direttore, non solo perché secondo me era una posizione non necessaria, un ruolo non necessario, semplicemente fiduciario del Sindaco, ma anche perché era una cifra esagerata per quello che secondo me… faccio fatica a tenere il filo. Dicevo dissi questa cosa anche perché avevo sentito voci, da parte del personale, dei dipendenti stessi del Comune, che si lamentavano di questa cosa.

Al che ovviamente qualcuno andò a riferire, o lui lesse il verbale, non lo so, non importa, comunque il Direttore Ferri mi scrisse una lettera dicendo che mi invitava a vedere tutto il lavoro che lui fa e svolge, a parte il fatto che mi diceva che mi ero espressa in modo volgare, ma al di là di questo che oltretutto ero stata semplicemente chiara nella mia denuncia, mi disse che mi invitava a vedere, al che gli risposi e sono andata a colloquio con il Direttore, il quale mi ha fatto vedere quello che a suo dire lui faceva.

Dopo il colloquio, tra l’altro gentilissimo, il Dott. Ferri è stato molto gentile, mi ha fatto vedere tutti quelli che erano i compiti che lui doveva assolvere, al che gli risposi che non ero soddisfatta perché lui mi aveva fatto vedere tutto quello che compete al Direttore Generale e gli dissi “scusi lei, è inutile che mi faccia vedere quello che dovrebbe fare, mi dica quello che fa!”, al che lui tirò fuori dei cataloghi, dei fogli, un mare di carta dove si vedeva le riunioni delle commissioni, però secondo me quelli erano tutti fogli che non dimostravano un bel niente, tant’è che lo ringraziai e gli dissi il resto delle mie idee e chiuso.

Ma questo è per dare un esempio di cosa? Di come, a cominciare dal Direttore Generale, qui gli stipendi, i soldi, le retribuzioni sono una cosa esagerata, perché non corrispondono a un effettivo ritorno del lavoro. Poi succede che viene fatta la riorganizzazione degli uffici, una cosa completamente campata in aria, senza nessun motivo, che è stata spiegata in modo nebuloso, è stata fatta una riorganizzazione spostando le persone a destra e a sinistra, sembrava che dovesse essere fatto chissà cosa, è stata complicata di gran lunga la faccenda, il personale è rimasto scontento, si sono fatti uffici e eliminati, con un sovraccarico per alcune persone e lasciando altre a fare quasi niente.

Non solo, poi si fa con grande giubilo la riunione, anzi si fa una conferenza stampa in televisione, tutti contenti, tutti felici perché si era fatto il discorso, che tra l’altro era stato promosso dal Betti, quello contro la parentela etc., tutti contenti, siamo finiti addirittura su Canale 5! Dopodiché io ho scritto, ho fatto un’interpellanza chiedendo “mi spiegate dov’è andata a finire tutta questa cosa?” e mi fu risposto che era stato fatto tutto, il che poi non era vero, perché alla fine della storia sono andata a riverificare e è stata spostata solamente una persona che evidentemente dava fastidio. E poi ho saputo che anche un’altra era stata spostata.

In pratica tutto questo rigirio perché lo dico? Di fatto a me non interessa niente, devo dire la verità, però dico che tutto il discorso del personale e dei lavoratori in questo Comune è gestito in modo poco chiaro, poco trasparente, assunzioni che non si capisce da dove arrivano, parenti, fidanzate, mogli, compagne o quello che è, è una cosa che non c’è assolutamente paragone rispetto ai posti dove purtroppo, anche lì, dappertutto succedono queste cose, ma ripeto io ho notato questo e lo denuncio, perché è una cosa vergognosa. È inutile poi venire a dire “si fanno i concorsi”, quando poi si sa che chi è arrivato primo diventa secondo, non si sa per cosa… magia! Qui abbiamo Silvan, si vede che riesce a lavorare e, nonostante su un risultato una persona sia seconda, arriva a essere prima. Comunque contenti loro, se non si lamentano, a me non interessa.

Voglio dire che qui il discorso… (intervento fuori microfono) sì, non ce l’ho qui sottomano, comunque sono disponibile a dirlo… (intervento fuori microfono) li ho, ora io sto facendo però un discorso generale, non è tanto che mi interessa questa cosa, parlo in generale, dicendo che questa faccenda è gestita in modo come minimo poco trasparente e questo è quello che io devo dire.

Quindi cerchiamo di rimetterci in riga, di mettere ordine nelle cose e di salvare il salvabile dove si può, perché effettivamente questo sistema è ora che finisca e oltretutto certe scelte sono state solo funzionali, scelte a carattere politico. Quindi ripeto è inutile andare a guardare i bandi e le cose, perché poi sulla carta tutto diventa regolare, però voi lo sapete meglio di me che la cosa è così e che funziona in questo modo, quindi io chiedo per favore che si provi a mettere ordine e fare un po’ di pulizia su queste cose.

Poi veniva detto dal Cons. Bartolomei, e chiudo, che chiedeva “dove sono gli altri candidati Bertinelli e Bartoli, cosa diranno di questa cosa?” e cosa volete che dicano? Qualsiasi cosa dicano, io non lo so cosa diranno, ma certamente non ha importanza, perché sono tutte persone omologate. Questa Città dà ascolto solo agli omologati, funziona in questo modo e quindi è inutile preoccuparsi di quello che dice tizio o caio.

Pubblicato in: Interventi in aula | Nessun commento »

Lascia un commento

Devi accedere all'area riservata per lasciare commenti.


venerdì 20 ottobre 2017

Aggiornamenti in tempo reale (RSS) | Assistenza tecnica | Realizzazioni ilmente