Articolo

venerdì 11 marzo 2011  

Tu sei qui: Home » Blog » NO ALLA LEGA A PISTOIA? LIBERTA’ DI OPINIONE O NEGAZIONE DEL CONFRONTO DEMOCRATICO.

Calendario
ottobre: 2017
L M M G V S D
« lug    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

NO ALLA LEGA A PISTOIA? LIBERTA’ DI OPINIONE O NEGAZIONE DEL CONFRONTO DEMOCRATICO.

E’ interessante curiosare su FaceBook per trovare nuovi e stimolanti spunti di riflessione.

Ho appena trovato, ad esempio, il gruppo che si riconosce nell’esplicito “No alla Lega a Pistoia” e scorrendo tra le adesioni trovo in bella evidenza  TVL, l’unica televisione locale attiva nel nostro comune. Così come, andando avanti trovo l’assessore Silvia Ginanni e Fabio Calamati, giornalista del Tirreno.
Premesso che ognuno a titolo personale è, ci mancherebbe altro, libero di pensare ciò che vuole e di scriverlo pubblicamente, vorrei però sollevare qualche eccezione sui tre casi qui sopra esposti.

Il fatto che TVL aderisca al dictat di non consentire alla Lega una presenza nella nostra città mi aiuta a capire perchè io, capogruppo di un partito che alle ultime elezioni regionali ha ottenuto a livello comunale oltre il 7% confermandosi la quarta forza nella nostra città, sia stata invitata una sola volta in un anno ai dibattiti che settimanalmente vanno in onda su questa emittente.
Il fatto che l’assessore Ginanni non abbia nessuna simpatia per il nostro partito è legittimo. Il fatto che voglia bandirlo dalla città, un po’ meno. Anzi direi che l’idea di “annullare” l’avversario politico richiama tristemente alla memoria la pratica leninista tanto cara ai nostalgici del comunismo. Quando l’avversario è scomodo, si sopprime. Decine di milioni di vittime ce lo ricordano.

Anche il giornalista Calamati, probabilmente soffre di simili nostalgie e fa quel che può per recludermi nella categoria degli “invisibili”.

Vedete, il problema è che in questa città, il regime si ostina a voler pensare che ciò che non va bene a loro non ha diritto di esistere, con buona pace di quel poveretto che sarebbe stato pronto a dare la  vita purchè al proprio avversario venisse garantito il diritto di espressione.

La democrazia a Pistoia.

Pubblicato in: Blog | Rassegna stampa | Nessun commento »

Lascia un commento

Devi accedere all'area riservata per lasciare commenti.


venerdì 20 ottobre 2017

Aggiornamenti in tempo reale (RSS) | Assistenza tecnica | Realizzazioni ilmente