Articolo

domenica 16 ottobre 2011  

Tu sei qui: Home » Blog » CALCIO PROFESSIONISTICO E DILETTANTI NELL’AMMINISTRAZIONE

Calendario
ottobre: 2017
L M M G V S D
« lug    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

CALCIO PROFESSIONISTICO E DILETTANTI NELL’AMMINISTRAZIONE

Tutto nasce da un evento felice, dell’ingiustamente definito “calcio minore”, della nostra provincia.
Il Borgo a Buggiano, contro tutti pronostici, vince uno straordinario campionato di serie D, guadagnando la promozione in Lega Pro Seconda Divisione (già C2).
A quel punto, passata la gioia, subentrano gli oneri che il futuro campionato impone.
Lo stadio di Borgo necessita di interventi importanti di adeguamento, per i quali la Federazione concede una proroga. Ma c’è un’altra richiesta tassativa alla quale la società deve fare fronte.
Offrire un proprio secondo campo nella provincia, con le carte in regola per il nuovo campionato, come emergenza, qualora il primo non fosse, per qualche motivo, utilizzabile.
La società richiede a Pistoia la disponibilità dello stadio nella quasi certezza che l’impianto fosse a norma. Al termine di settimane perse dietro ad estenuanti quanto farraginose procedure si giunge ad una verifica della commissione vigilanza.
Vengono rilevate una serie di irregolarità che fanno rigettare la richiesta. Il Borgo a Buggiano, a qualche giorno dal termine ultimo per l’iscrizione al campionato, si trova a sperare nello stadio di Agliana, per il quale non c’è certezza, ma resta l’ultima spiaggia per non rischiare di veder vanificati anni di impegno e successi.
Qui finisce la cronaca e cominciano le riflessioni. Non mi intendo di calcio ma la questione che sollevo è di tutt’altra natura.
Data l’importanza dei rilievi mossi dalla commissione di vigilanza, siamo sicuri che lo stadio ottemperi alle norme imposte anche alla serie minore in cui milita la Pistoiese? Solo qualche mese fa si parlava di speranze di ripescaggio per aspirare alla Lega Pro per la Pistoiese. Ma non erano al corrente i nostri dirigenti e amministratori delle stato di inadeguatezza dell’impianto? Soltanto pochi anni fa sono stati spesi fior di quattrini per la “messa a norma” della stadio. Ma a quali norme è stato adeguato se oggi ci troviamo in questa condizione. Oltretutto, la possibilità di avere a Pistoia una squadra che milita in un campionato Pro, anche soltanto per qualche partita, avrebbe portato qualche potenziale cliente alla sempre più asfittica economia cittadina.
La Pistoiese si trova di fronte ad un futuro incerto per le note vicende che hanno coinvolto il presidente Ferrari. Ora un’altra tegola potrebbe abbattersi sulla società.
L’ennesimo pasticcio di un’amministrazione che fa poco e male, tra approssimazione e incapacità. Dispiace che stavolta a farne le spese sia stata una simpatica e meritevole squadra della nostra provincia per la quale provo sincera ammirazione. Se nessun altro ci ha pensato, come consigliere provvedo a scusarmi a nome del consiglio di cui faccio parte per le difficoltà in cui i nostri hanno messo il Borgo a Buggiano, realtà sportiva e societaria che meritava ben altro trattamento.

Daniela Simionato (capogruppo LegaNordt)

Pubblicato in: Blog | Rassegna stampa | Nessun commento »

Lascia un commento

Devi accedere all'area riservata per lasciare commenti.


lunedì 23 ottobre 2017

Aggiornamenti in tempo reale (RSS) | Assistenza tecnica | Realizzazioni ilmente