Archivio

Interpellanze  

Tu sei qui: Home » Interpellanze

Calendario
ottobre: 2017
L M M G V S D
« lug    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

In questo archivio sono presenti 10 articoli.

Interpellanza: Accademia Musica per Organo

18 aprile 2012

PUNTO N. 192 – INTERPELLANZA PRESENTATA DALLA CONSIGLIERA DANIELA SIMIONATO DEL GRUPPO LEGA NORD RELATIVA A CONTRIBUTO ALLA FONDAZIONE ACCADEMIA DI MUSICA ITALIANA PER ORGANO.  30 .11.2012

IL CONSIGLIERE SIMIONATO PRENDE LA PAROLA E COSI’ INTERVIENE

Questa interpellanza mi sta particolarmente a cuore, perché si occupa di un problema che ha a che fare con la cultura e con il tema della musica in particolare. Ho fatto questa interpellanza alla fine di settembre, perché mi era giunta la notizia che si stava per erogare un contributo di 23 mila Euro alla Fondazione Accademia di Musica Italiana per l’Organo.

Siccome questa Fondazione riceve ogni anno 23 mila Euro dai tre enti fondatori, che sono la Provincia, il Comune di Pistoia e la Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, considerato che quest’anno non c’è stato anche ritorno per Pistoia in quanto l’Accademia ha fatto solo un piccolo corso a Gavinana e alcuni concerti rigorosamente fuori Pistoia e che nemmeno in passato ha brillato per la sua attività, constatato che la Fondazione Accademia di Musica Italiana per Organo ha acquistato nel 2000 un organo inglese di grande pregio e che questo è stato collocato nella Chiesa di San Francesco di Pistoia, restaurato nel 2004, tenuto conto quindi anche del particolare momento di dissesto in cui versa il nostro Comune, io ho fatto un’interpellanza chiedendo chiarimenti sui seguenti punti:

-     se codesta Amministrazione Comunale intende erogare, anche quest’anno, i 23 mila Euro di contributo alla suddetta Fondazione, nonostante il bilancio abbia dei grandi problemi,

-     se sì come mai viene erogato questo contributo, visto che l’attività dell’Accademia non giustifica neppure uno dei tre contributi che sono di 69 mila Euro, che vengono erogati dal Comune di Pistoia, dalla Cassa di Risparmio e dalla Provincia,

-     come mai in questi anni non si sia chiesta ragione all’Accademia della sua scarsa attività qui a Pistoia e come mai sono almeno 4 o 5 anni che sullo strumento dell’organo, quello acquistato, non viene fatta alcuna attività, sebbene fosse stato acquistato per questo scopo,

-     inoltre come mai un organo appena restaurato, che quindi dovrebbe essere in garanzia, presenta dei guasti gravi per la cui riparazione occorrono dei fondi,

-     se è vero che i restauratori non hanno mai presentato la garanzia,

-     come mai non si fanno verifiche sull’impiego dei contributi e non si fa un più saggio uso delle proprie risorse, che oltretutto sono pressoché inesistenti.

Inoltre nel frattempo ho saputo anche, perché l’interpellanza è stata presentata il 30 settembre, che i soldi erogati, il contributo che viene erogato è appena sufficiente a pagare le spese di questa Accademia, cioè gli stipendi del personale, la corrispondenza, l’affitto etc., quindi non possono essere impiegati per altre cose, tanto meno per concerti, corsi o attività artistiche di altro genere, quindi mi chiedo come mai questo contributo viene erogato semplicemente per tenere in piedi una fondazione che non ha nessuno scopo, visto che non fa nessuna attività, quindi mi chiedo come mai queste spese pubbliche siano così improduttive e non vengano impiegate per cose che abbiano più senso e più significato.

Ringrazio per le risposte.

L’ASSESSORE VANNUCCHI PRENDE LA PAROLA E COSI’ INTERVIENE

Sono io che ringrazio la Cons. Simionato, perché mi dà l’opportunità di rimettere un po’ in fila la questione Fondazione Accademia di Musica Italiana per Organo, capire cos’è, cosa fa, perché è nata, la variazione poi dello statuto che c’è stata recente e che quindi riottimizzerà e rimodernerà gli atteggiamenti dell’Amministrazione Comunale e dei soci fondatori all’interno della Fondazione.

L’Accademia intanto è bene dire che opera nel campo dell’alta formazione, dell’editoria e della tutela dei beni musicali in accordo con il Ministeri dei beni culturali, la Regione Toscana e l’Università di Firenze. Organizza concerti, convegni e concorsi, collabora ai fini della didattica e della ricerca con analoghe istituzioni italiane e europee.

Da quasi 40 anni l’istituzione pistoiese costituisce un punto di riferimento internazionale per la formazione di musicisti specializzati nell’esecuzione, su strumenti originali, della grande letteratura italiana per cembalo e organo dal 16° al 19° secolo, ha realizzato la scheda in formato digitale per la catalogazione degli organi antichi, adottata dall’istituto centrale per il catalogo e la documentazione del Ministero, ha stipulato nel 2003 una convenzione con l’Università di Firenze per il riconoscimento dei crediti formativi dei propri corsi e per l’anno accademico 2012/2013 progetta l’istituzione di un master, già approvato dal Consiglio del corso, per quanto riguarda il corso di laurea in musicologia e beni musicali della facoltà di lettere dell’Università di Firenze, da tenersi nel polo universitario pistoiese Uniser, sul censimento e catalogazione dei beni musicali, il primo in Italia in questa materia.

Per l’attività didattica l’Accademia ha effettuato 82 corsi di specializzazione, affidati a docenti di fama internazionale, a cui hanno partecipato allievi provenienti da tutte le parti del mondo e tra questi la vincitrice della borsa di studio di Shirakawa (Giappone). Durante i corsi si tengono concerti pubblici dei docenti, di cui beneficia la cittadinanza, alla quale sono anche destinati i cartelloni dei concerti annuali in programma a natale e per il Luglio Pistoiese.

Nel 2003 l’Accademia ha organizzato in Spagna un corso di specializzazione sulla musica iberica, in collaborazione con il conservatorio di Saragozza. Nel 2008 ha indetto il primo concorso internazionale Agati Tronci, svoltosi sotto la guida di ?Gustav Leonard?, Presidente della giuria. Da qui si capisce anche l’aspetto e la plomb internazionale della Fondazione Accademia per Organo.

Nel campo della ricerca, l’Accademia organizza convegni internazionali di studio, nel 2004 si è tenuto questo dedicato all’arte organaria italiana e germanica tra rinascimento e barocco, a cui hanno partecipato i maggiori esperti della materia con contributi inediti, poi confluiti tra l’altro nel volume degli atti e nell’allegato CD Rom di documentazione e dei dati tecnici, pubblica musica inedita o rara tratta dagli archivi e dal 2002 la nuova serie della rivista Informazione organistica, che accoglie ricerche originali sulla prassi esecutiva, sulla filologia musicale, sulle caratteristiche degli strumenti storici a tastiera.

Per la qualità scientifica e il supporto offerto ai corsi di alta formazione, la rivista è stata definita leader italiana degli studi sulla materia: Informazione organistica ?made just now be the (sic) scholarly journal from Italy about the organ? di James ?Wolman?.  Così James Wolman l’ha definita nella rivista americana “The American Organist”, nell’ottobre 2006.

Nel campo della tutela dei beni musicali, dopo avere provveduto alla formazione professionale di una dozzina di schedatori, l’Accademia in accordo con la Regione Toscana ha pianificato il censimento e la schedatura degli organi antichi della Toscana e pubblicato il volume di organi storici della Provincia di Massa Carrara, primo della collana a cui seguiranno quelli sugli organi storici della Provincia di Prato e sugli organi storici della Provincia di Grosseto.

La Fondazione Accademia di Musica Italiana per Organo (Italia) la Foundation Institucion Fernando El Catolico di Spagna, la Palacio Nacional de Mafra (Portogallo) collaborano al progetto “civiltà mediterranea, organi storici e letteratura cembalo-organistica in Italia, Spagna e Portogallo tra rinascimento e barocco”, volto a indagare i rapporti tra l’arte cembalo-organistica della penisola iberica e l’Italia tra il 1500 e il 1650, attraverso la letteratura musicale, le fonti archivistiche e letterarie, le caratteristiche degli strumenti, i viaggi dei musicisti e dei costruttori, le attività tra loro correlate e da tenersi tra Pistoia, ?Roca? e Mafra. Sviluppano in sintesi il progetto ai fini della ricerca, seminari e convegni della didattica Master classes e della formazione concerti e concorsi.

A breve gli organi e gli strumenti di proprietà o in uso all’Accademia saranno oggetto di indagine storica e documentazione fotografica, da inserire sul sito web della Fondazione. Il previsto trasferimento nell’auditorium cittadino dell’organo (sic) di proprietà dell’Accademia faciliterà le attività istituzionali, mentre la collaborazione con la Pro Musica e gli allievi della musica permetterà di offrire alla cittadinanza esperienze musicali insolite o di rara suggestione. Le attività previste da progetto “un organo sinfonico per la Città” sono Masterclasses, recital solistici e concerti con organi e orchestra, lezioni e conferenze, concerto per le scuole e proiezione dei classici del film muto, con commenti musicali improvvisati all’organo.

Questo per dire che è un’attività vitale e importante, è chiaro che è “di nicchia” perché si rifà a un pubblico molto specializzato, però non da meno noi riteniamo che l’accademia, con le dovute modifiche che sul nuovo statuto, quello che è stato approvato recentemente e che avrà gambe prossimamente, sarà riottimizzato in primis nell’inserimento, nella possibilità di inserire dentro la Fondazione Accademia per organo soci sostenitori e non soltanto i soci istituzionali, questo permetterà anche una diminuzione delle contributi e un ancoraggio della contribuzione dei soci fondatori al programma culturale, sulla base delle risorse economiche dei singoli bilanci degli enti sostenitori e fondatori.

Quindi vuol dire che c’è grandissima sensibilità a riottimizzare tutto, è una delle nostre peculiarità di mandato che stiamo perseguendo, credo con buoni risultati. Chiaramente bisogna essere capirsi quando si tratta di operare in questi settori, sono tendenze, modifiche che hanno bisogno del loro tempo, non le possiamo fare dalla mattina alla sera, perché non funzionerebbero, però è un processo iniziato, si è consolidato con il nuovo statuto e avrà dall’anno nuovo i primi effetti sostanziali.

IL CONSIGLIERE SIMIONATO PRENDE LA PAROLA E COSI’ INTERVIENE

Ringrazio l’Assessore per la risposta, devo dire che ho ascoltato con attenzione e mi sono anche presa nota ovviamente, poi mi farò dare il verbale così avrò tutto, perché non sono riuscita a scrivermi tutti i dati che mi ha sciorinato l’Assessore, però da quello che ho capito molte delle cose che sono state fatte si riferiscono a parecchi anni fa, quindi come io avevo scritto infatti parlavo proprio del periodo degli ultimi 4 o 5 anni che sarebbe carente, perché l’Assessore mi parlava dell’anno 2003, 2004, cose che sono state fatte, un concorso nel 2008, però diciamo che quasi tutto risale a periodi abbastanza in là nel tempo.

C’è da dire anche che chiederò, se l’Assessore potrà fornirmeli, i dati precisi, perché lui mi ha fatto un elenco di cose, però francamente vorrei sapere quando sono state fatte queste cose, quindi se mi vorrà dare i dati precisi ci si capirà meglio, anche per esempio i corsi con i docenti di livello internazionale, mi parla di 82 corsi mi sembra, se ho scritto bene, se ho capito bene, ma quando sono stati tenuti? Perché per quanto mi riguarda, per quello che ne so, ultimamente effettivamente l’attività di questa Accademia è stata veramente povera, ma molto povera, specialmente nella Città di Pistoia.

Poi non ho capito – forse l’ha detto o forse non l’ha detto, mi sembra di no – se il contributo è stato erogato o meno quello del Comune… (intervento fuori microfono) è già stato erogato ecco, perché sapevo che erano stati erogati gli altri due, comunque questo del Comune è già stato dato.

Diciamo che mi riservo di avere tutti i dati, che penso l’Assessore mi vorrà fornire, su questo che lui mi ha enucleato, dopodiché eventualmente farò delle altre richieste. Non farò nessuna richiesta scritta, perché penso che rimanga a verbale questa, allora aspetterò la risposta dettagliata di quanto ha già detto l’Assessore.

Pubblicato in: Interpellanze | Nessun commento »

INTERPELLANZA sulla Fondazione accademia di musica italiana per organo

31 dicembre 2011

Pistoia 30.09.2011
Al Presidente del Consiglio
Al Sindaco
e p.c. al Segretario Generale

INTERPELLANZA URGENTE di Daniela Simionato

Premesso che per quest’anno sono stati accantonati € 23.000 come contributo alla Fondazione Accademia di Musica Italiana per Organo;

VISTA che la suddetta Fondazione riceve ogni anno 23 mila euro dai tre enti fondatori, cioè Provincia, Comune di Pistoia e Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia;

CONSIDERATO che quest’anno non c’è stato alcun ritorno per Pistoia, in quanto l’Accademia ha fatto solo un piccolo corso a Gavinana e alcuni pochi concerti rigorosamente fuori Pistoia, e che nemmeno in passato ha brillato per la sua attività;

CONSTATATO che La fondazione Accademia di Musica Italiana per Organo ha acquistato nel 2000 un organo inglese di grande pregio e questo è stato collocato nella chiesa di S. Francesco di Pistoia e restaurato nel 2004;

TENUTO CONTO del momento di particolare dissesto in cui versa il nostro Comune,

La sottoscritta interpella Le SS.VV.
sui seguenti punti:

1. Se codesta Amministrazione intende erogare anche quest’anno i 23.000 € di contributo alla suddetta Fondazione, nonostante il bilancio sia in grave deficit.
2. Se sì, come mai, dato che l’ attività dell’Accademia non giustifica neppure uno dei tre contributi, tanto meno i 69 mila euro totali.
3. Come mai in questi anni noni si sia chiesta ragione all’Accademia della sua scarsa attività a Pistoia.
4. Come mai sono ormai almeno 4 o 5 anni che su questo strumento non viene fatta alcuna attività, sebbene fosse stato acquistato proprio per attività qualificanti
5. Inoltre come mai un organo appena restaurato e che quindi dovrebbe essere in garanzia, presenta dei guasti gravi per la cui riparazione occorrono fondi.
6. Se è vero che i restauratori non hanno mai presentato la garanzia.
7. Come mai non si fanno verifiche sull’impiego dei contributi e non si fa un uso più saggio delle proprie risorse, che oltretutto sono, si dice, pressoché inesistenti.

Nell’attesa di un a risposta, distinti saluti.

Daniela Simionato
Capogruppo LegaNordT

P.S. L’urgenza dell’interpellanza è data dal timore che venga erogato il contributo prima che si affronti il problema. in Consiglio Comunale.

Pubblicato in: Blog | Interpellanze | Nessun commento »

Interpellanza urgentesulla Fondazione Accademia di Musica Italiana per Organo;

16 ottobre 2011

Pistoia 30.09.2011
Al Presidente del Consiglio
Al Sindaco
e p.c. al Segretario Generale

INTERPELLANZA URGENTE

Premesso che per quest’anno sono stati accantonati € 23.000 come contributo alla Fondazione Accademia di Musica Italiana per Organo;

VISTA che la suddetta Fondazione riceve ogni anno 23 mila euro dai tre enti fondatori, cioè Provincia, Comune di Pistoia e Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia;

CONSIDERATO che quest’anno non c’è stato alcun ritorno per Pistoia, in quanto l’Accademia ha fatto solo un piccolo corso a Gavinana e alcuni pochi concerti rigorosamente fuori Pistoia, e che nemmeno in passato ha brillato per la sua attività;

CONSTATATO che La fondazione Accademia di Musica Italiana per Organo ha acquistato nel 2000 un organo inglese di grande pregio e questo è stato collocato nella chiesa di S. Francesco di Pistoia e restaurato nel 2004;

TENUTO CONTO del momento di particolare dissesto in cui versa il nostro Comune,

La sottoscritta interpella Le SS.VV.
sui seguenti punti:

1. Se codesta Amministrazione intende erogare anche quest’anno i 23.000 € di contributo alla suddetta Fondazione, nonostante il bilancio sia in grave deficit.
2. Se sì, come mai, dato che l’ attività dell’Accademia non giustifica neppure uno dei tre contributi, tanto meno i 69 mila euro totali.
3. Come mai in questi anni noni si sia chiesta ragione all’Accademia della sua scarsa attività a Pistoia.
4. Come mai sono ormai almeno 4 o 5 anni che su questo strumento non viene fatta alcuna attività, sebbene fosse stato acquistato proprio per attività qualificanti
5. Inoltre come mai un organo appena restaurato e che quindi dovrebbe essere in garanzia, presenta dei guasti gravi per la cui riparazione occorrono fondi.
6. Se è vero che i restauratori non hanno mai presentato la garanzia.
7. Come mai non si fanno verifiche sull’impiego dei contributi e non si fa un uso più saggio delle proprie risorse, che oltretutto sono, si dice, pressoché inesistenti.

Nell’attesa di un a risposta, distinti saluti.

Daniela Simionato
Capogruppo LegaNordT

P.S. L’urgenza dell’interpellanza è data dal timore che venga erogato il contributo prima che si affronti il problema. in Consiglio Comunale.

Pubblicato in: Blog | Interpellanze | Nessun commento »

Interpellanza sui recenti lavori alla Biblioteca Forteguerriana

16 giugno 2010
Pubblicato in: Blog | Interpellanze | Nessun commento »

interpellanza del 22.05.08

03 maggio 2010
Pubblicato in: Blog | Interpellanze | Nessun commento »

Interpellanza su aiuti a lavoratori answers

22 marzo 2010

Interpellanza con cui si chiede all’Amministrazione se ha messo in atto gli aiuti raccomandati dalla sottoscritta ai lavoratori Answers e ad altri lavoratori.

Leggi Interpellanza Answers

Pubblicato in: Blog | Interpellanze | Nessun commento »

Interpellanza delle interpellanze

11 dicembre 2009

Richiesta resoconto iniziative prese o non prese dall’Amministrazione circa situazione fognaria e dell’acqua a Pistoia.

Leggi Interpellanza delle Interpellanze

Pubblicato in: Interpellanze | Nessun commento »

Disagi in Via Borgo Melano

19 luglio 2009

Disagi e risse in Via Borgo Melano e in Via P. Bozzi

Leggi Disagi in Via Borgo Melano

Pubblicato in: Interpellanze | Nessun commento »

Acqua in biblioteca

07 luglio 2009

Acqua in biblioteca

Leggi Acqua in Biblioteca

Pubblicato in: Interpellanze | Nessun commento »

Allagamento a chiazzano

07 luglio 2009

Allagamento a Chiazzano

Leggi Allagamento a Chiazzano

Pubblicato in: Interpellanze | Nessun commento »

sabato 21 ottobre 2017

Aggiornamenti in tempo reale (RSS) | Assistenza tecnica | Realizzazioni ilmente